domenica, novembre 09, 2008

I REDUCI DI EL ALAMEIN


Questa mattina a Vigonza io e mio marito abbiamo assistito alla consegna delle onorificenze a dei soldati reduci dalla battaglia di El alamein. Un artigliere di 93 e un bersagliere di 88 anni. Una cerimonia molto commovente che ha riportato la memoria ai racconti di guerra dei miei nonni. Non sono riuscita a trattenere le lacrime vedendo piangere il bersagliere, mi sono resa conto di non possedere piu' quell' enorme patrimonio chiamato "nonni", che ti aiuta a crescere con sani valori dettati dalla loro saggia e lunga esperienza; dopo la cerimonia mi sono soffermata un attimo ad ascoltare quell' ossuto e distinto signore dal cappello piumato, e stringendogli la mano per congratularmi l'ho voluto guardare negli occhi, occhi velati non solo dalla patina del tempo ma anche da ricordi feriti...ero chiaramente commossa, lui ha ricambiato lo sguardo forse interrogandosi sulla mia reazione con un chiaro segno di approvazione.
Inutile, i vecchi mi piaciono, mi piaciono perche' sanno ascoltarti in silenzio e dal loro silenzio lanciano risposte che ti tolgono il fiato a volte anche senza aprir bocca.

16 commenti:

3my78 ha detto...

E come non darti ragione. Deve essere stato un bel momento:-)

Marina ha detto...

In effetti..triste ma molto bello. Peccato che abbiamo dimenticato a casa la macchinetta fotografica altrimenti avrei potuto pubblicare le foto.

Blogger ha detto...

Marina effettivamente i vecchi, sbagliando o avendo ragione, hanno fatto cose per le quali perlomeno credevano.
A presto.
Bloggera

Marina ha detto...

@blogger: infatti la penso anch'io come te.

Calliope ha detto...

E' proprio un bel post..anzi una bella testimonianza. Gli anziani che io rispetto tantissimo sono reduci di un passato che a noi può solo arricchire..
Mi piace soprattutto l'ultima frase che hai scritto..veritas
Ciao Marina, buon inizio settimana.
E grazie ^^

..verrò a trovarti..

Marina ha detto...

Grazie per essere venuta a visitarmi, a me i miei nonni mancano tanto purtroppo li ho persi tutti e 4...giovedi ci sara' una cena con il nonno di 93 anni e penso sinceramente che mi siedero' il piu' vicino possibile per un tuffo nel passato.

Calliope ha detto...

Ti ho già linkata ^_^
A presto..e com'è andata la cena con il nonno di 93 anni?
Ciao Marina

Marina ha detto...

Grazie io ti linko ora. La cena dovrebbe essere per giovedi o venerdi, ti terro' informata sui risvolti.
Ciao Calliope a presto

fratello vento ha detto...

dagli anziani si ha solo da apprendere! hanno esperienza e se fossero più ascoltati, il mondo sarebbe migliore! verrò ancora a trovarti!

Marina ha detto...

@fratello vento: quello che dici e' vero bisognerebbe ascoltarli di piu', stasera ad una cena vedro' uno dei due reduci e se mi riesce gli faro' anche qualche domanda.
Grazie per la visita ho gia' ricambiato e ti ho annoverato tra i miei link.
A presto

Donna Cannone ha detto...

ciao...al solito, vado contro. Ma sono più propensa a credere che siano SINGOLI episodi. Generalizzare sui vecchi è come generalizzare sui bambini, sulle donne, su qualsiasi altra cosa.

Non possiamo scordare che anche gli stronzi, i cattivi, gli ipocriti, gli stolti, le streghe arpie, i sneza cuore, gli stupidi e le sciocche invecchian.

Non è con l'età che si raggiunge la saggezza. Non è l'età in sè che merita rispetto, ma la singola persona.

Detto questo, ti auguro di incontrarne tanti di degni e dignitosi. Io so che sarò una rompiballe anche a 80anni!!!!

Marina ha detto...

@donna cannone: dai sempre nuovi spunti di discussione non posso darti torto, ma nel post ho voluto esprimere l' emozione di quel giorno...e' logico che se incontrassi un reduce delle SS gli sputerei come minimo in faccia!!
Per quanto riguarda la saggezza, personalmente ne acquisto di piu' di anno in anno, poi come sottolinei tu e' una cosa soggettiva...c'e' chi purtroppo resta un coglione fino alla tomba perche' non sa imparare dai propri errori.
Sono convinta comunque che sarai una buona rompiballe, perche' da quanto ho potuto capire hai un animo altruista e benevolo. A presto

Marina ha detto...

Dimenticavo di aggiornarvi:
il nonno di 93 anni purtroppo ieri sera non e' venuto alla cena. Quindi niente domande niente foto...peccato!

ladyoscar ha detto...

I nonni sono la nostra ricchezza, e sono state persone vere che hanno sofferto la fame e la guerra, io ricordo i miei nonni sempre allegri e pronti al sacrificio. Quanta saggezza nei loro silenzi...

Donna Cannone ha detto...

Ciao Marina!
Scusa l’off topic, ma se puoi, c’è bisogno anche di te per sostenere questo progetto solidale
'al femminile'

http://blog2piazze.blogspot.com/2008/11/per-natale-niente-palle.html

Ossequi e buona domenica
DC

Marina ha detto...

@lady oscar: e' vero hanno sofferto la fame, mia nonna materna mi raccontava di quando si nascondeva le bistecche nelle tette per paura delle perquisizioni fasciste. Peccato non poter sentire piu' questi racconti.
A presto.
@donnacannone: figurati vado a vedere subito di cosa si tratta.
A presto