martedì, settembre 30, 2008

LA MIA SCALATA....SUL CESSO


Stasera a pieni polmoni ho trovato il coraggio di parlare col vice direttore e di chiedere se pure io potrei qualche volta inserire i dati a pc....come molti di voi non sapranno lavoro in un centro di meccanizzazione postale e tutti i santi giorni da un anno tiro su pesi in piedi come un mulo. Anche se solamente per 4 ore al giorno, ve lo assicuro con i ritmi che ho io, pesano lo stesso.

La risposta del vdirettore e' stata: ultimamente abbiamo cambiato il programma di lavorazione quindi non c'e' molto bisogno, pero' se vuole lo stesso imparare parli con la direttrice di reparto. Gli ho pure detto di aver lavorato per tre anni in UPS, che e' partner di poste italiane da novembre 2006, gli ho detto di che uso la tastiera cieca a 10 dita....ma e' come gli fosse passato un soffio di vento all' orecchio. Sono un po' delusa, c' e' gente la dentro che fa strada soltano leccando i culi. Io ho rinunciato all' orario full-time in turnazione perche' soffrivo d' insonnia...al colloquio con la responsabile del personale mi e' stato detto che sono un buon elemento, e che gia' mi avevano messo gli occhi sopra per fare carriera..ma rimanendo part-time cio' non era possibile, e se avessi cambiato idea bastava fare una rampa di scale e ribadirglielo. Ora che ho chiesto soltanto di rimanere seduta qualche volta ho trovato un gentile muro di gomma.

A volte mi chiedo, perche' una persona con delle promettenti capacita' debba essere messa in disparte in questo modo. Non dico di essere la piu' brava, ma di meritarmi una soddisfazione in piu' questo si. Forse le mie soddisfazioni dovrei cercarle altrove......

8 commenti:

Blogger ha detto...

Lo credo anche io: altrove.
Dario
ITALY ITALIA

Donna Cannone ha detto...

innanzitutto, hai fatto bene a fare questa richiesta. Due: ritorna alla carica, ancora e ancora e ancora, devono essere sfiniti loro, messi di fronte alla loro ipocrisia, e non tu a sollevare pacchi. Hai sentito il medico e il sindacato?

Al prossimo colloquio fagli capire che auguri alla moglie e alla sorella dei tuoi dirigenti di essere trattate in questo modo vigliacco. Chiedigli come reagirebbe se sua moglie o figlia tornasse dal lavoro con una risposta così strafottente ed evasiva.
Faccio il tifo per te!!!!

Marina ha detto...

Sollevare cassette ahime' fa parte dell' 80% della lavorazione, poi dipende anche dal reparto dove uno e' applicato.
Il mio prossimo passo sara' quello di parlare con la direttrice di turno e magari perche' no mettergli in mano il mio curriculum.
Sto aspettando la visita medica sia per le scarpe antinfortunistica piu' leggere, che per l' inversione della lordosi cervicale ( ogni tanto mi blocco). I sindacati hanno due soli scopi: quello di incularsi i soldi della tessera sindacale e quello di leccare il culo all' azienda; ti forniscono le informazioni ma ce ne fosse una esatta e completa al 100%.
Comunque non demordo, tornero' alla carica, grazie per la solidarieta'. Per il momento devo accontentarmi come su consiglio di Dario di cercarmi le soddisfazioni altrove...domani sera: Equitazione!!!!

3my78 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
3my78 ha detto...

probabilmente sì,se pensi di non essere valorizzata quanto credi.Se invece qualche barlume di speranza per il futuro ce l'hai...tieni duro! Chi la dura la vince

Alessia ha detto...

Secondo me ci puoi scommettere che dovresti cercarle altrove le tue soddisfazioni ;)
In bocca al lupo!
P.S. arrivo dal blog di SAAM :)

ladyoscar ha detto...

Ciao marina!
insisti insisti insisti!
Sei giovane e non buttare via del tempo prezioso e non farti abbruttire dall'insoddisfazione.
Se proprio non riesci dove sei, allora cerca le tue soddisfazioni altrove.
Sono con te! :-)

Marina ha detto...

Rigrazio tutti per i commenti piu' o meno discordanti...continuero' la mia piccola battaglia se proprio non riusciro' a cavarne un ragno dal buco allora rifugero' le mie soddisfazioni in altri ambiti.